Special software for plants or machinery

Tech Search

Opzioni per archivi dati. Modificare archivi non dotati di editor.

Nomi dei file archivio personalizzabili.

- Attrito Radente.

File: attritorad_1.dat.
Coefficienti di attrito minimi e massimi per ciascun accoppiamento di materiali.
Quando viene selezionata una voce dell'elenco il programma propone il valore intermedio fra il min e il max.
Tutti i valori sono da inserire interi (moltiplicati per 1000).

- CalcLux 3.

File: nessuno.
CalcLux 3 non ha file archivio editabili manualmente, per i suoi archivi dispone di editor specifici.

- Flex 62, Flex 62++.

File: ProfilComm/Proxxxx.dat.
Dati dimensionali e fisici dei profilati standard.

- Gearmotors 33.

Gearmotors 33 dispone di editor specifici per l'archivio motori ma é anche possibile intervenire su altri suoi file archivio.

File: gear33gearbox.dat.
Rapporti di riduzione minimi e max riferiti al rendimento minimo, di default e massimo.

File: gear33rinset.dat.
Rendimento medio dei rinvii.

File: gear33set.dat.
Coefficienti d'atrito riferiti alle varie tipologie di contatto.
(step definisce solo il passo del cursore a scorrimento).

- Molle 20.

Molle 20 non ha file archivio editabili manualmente, per i suoi archivi dispone di editor specifici.

- Oleocalc.

File: bracemater.dat
Carico di rottura e modulo di elasticità dei materiali usati per i tiranti o bulloni.

File: commbrace.dat
Diametro esterno dei tiranti o bulloni commerciali con relativo diametro del nocciolo (interno filettatura).

File: CommercialStem.dat
Elenco di diametri commerciali per gli steli.

File: cylmater.dat
Carichi di rottura relativi ai materiali per la realizzazione del cilindro.
(Offset é un fattore di sicurezza fisso che tiene conto della fragilità del materiale e della probabilità con cui si manifestano cricche o microcricche).

File: fucinmater.dat
Carichi di rottura relativi ai materiali per la realizzazione delle testate del cilindro.
(Offset é un fattore di sicurezza fisso che tiene conto della fragilità del materiale e della probabilità con cui si manifestano cricche o microcricche).

File: stemmater.dat
Carico di rottura e modulo di elasticità dei materiali commerciali usati per la realizzazione degli steli.

- Torx 56.

File: elcarmat.dat
Dati fisici e note dell'elenco materiali.

Come aprire i file.

Dopo averli selezionati con il tasto sinistro del mouse premere il tasto destro dello stesso e selezionare la voce del menù Apri con >>> Blocco note.

Non utilizzare altri editor che potrebbero inserire caratteri non visibili rendendo inutilizzabile il file.

Prima di aprire i file é necessario fare una copia degli originali per poter recuperare la funzionalità del programma in oggetto in caso di problemi senza doverlo reinstallare.

Come modificare i dati contenuti.

  • Rispettare rigorosamente gli incolonnamenti e il formato delle colonne dati.
  • Non usare mai il tasto TAB ma sempre solo la barra spaziatrice.
  • Se la colonna che si và a modificare contiene già dei decimali significa che in fase di lettura il programma tiene conto anche dei decimali (numeri float o double).
  • Se invece in tutta la colonna non ci sono decimali é possibile che il programma consideri i dati di quella colonna come interi.
  • Per alcuni tipi di dati é possibile che i valori siano interi ma poi divisi per 10, 100, 1000 ecc.. dal programma stesso in base alle esigenze interne.

Come i programmi utilizzano i dati.

  • I file dati quì elencati possono andare a far parte del codice così come sono dopo l'avvio del programma oppure essere letti una o più volte durante il funzionamento.
  • Non solo file utente ma di amministrazione.
  • Dati o formato errati possono causare il blocco del programma o comportamenti anomali.
  • Alcuni file sono composti da più sezioni con nome diverso, non modificare mai intestazioni, riferimenti o qualsiasi altra cosa che non faccia parte del corpo principale dei dati.

Limitazioni.

Non tutti i file dat sono archivi, l'estensione dat é usata in modo generico, non é standardizzata.
I file non elencati in questa sezione non vanno modificati.

Come testare il buon funzionamento.

  • Fare sempre una copia del file originale prima di modificarlo per poter ripristinare le condizioni iniziali in caso di problemi senza dover reinstallare il programma.
  • Per essere sicuri che i dati usati siano quelli del file modificato é necessario riavviare il programma che li utilizza.
  • Alcuni dei file indicati possono essere aperti dal programma per la ricerca di parametri anche centinaia di volte in un secondo e richiedono la massima coerenza per non incappare in malfunzionamenti.